Un, due, tre… PicNic!


Non ci stancheremo mai di dirlo, il picnic è un’ottima occasione per passare tempo in famiglia. Non c’è niente di meglio di una giornata all’aria aperta, nella completa libertà di un luogo speciale, per far svagare i bambini e far loro ritrovare un po’ della spensieratezza e della libertà tipiche della loro età. Sorge solo un piccolo problema: al giorno d’oggi i più piccoli, si sa, sono abituati ad essere stimolati continuamente, ad essere costantemente impegnati tra videogiochi, giochini sul cellulare e i vari sport a cui sono iscritti. Se è vero che la possibilità di avere del tempo libero in cui annoiarsi e in cui ritrovare il contatto con la propria immaginazione non è di per sé una cosa negativa, vogliamo che si godano al 100% la loro giornata. E possibilmente anche che si stanchino per bene, così da lasciare in pace almeno per una sera i genitori…

itspicnic

Ecco allora alcune proposte di giochi divertenti e stimolanti per intrattenere i bambini durante il nostro picnic: si passa da una selezione di classici giochi di squadra ai lavoretti artistici più creativi.  

Un, due, tre… stella!

Un classico degli infiniti pomeriggi delle nostre estati da bambini, da ripetere all’infinito fino all’ora in cui le mamme ci chiamavano per rientrare per la cena.

picnic e giochi

Il funzionamento è molto semplice: uno dei partecipanti, il capogioco, si posiziona contro un albero, con la faccia rivolta verso di esso e gli occhi chiusi. Il resto dei partecipanti si mette in fila a una certa distanza. A quel punto chi sta in tana conta fino a tre e i contendenti si mettono a correre: il primo che arriva alla tana vince e può diventare, a sua volta, il capogioco del prossimo turno. Attenzione, però: se un giocatore viene visto mentre si muove deve tornare al punto di partenza.

Ruba Bandiera

Un vero classico e uno dei nostri preferiti, usato anche a scuola dall’insegnante di ginnastica quando si stancava di cercare di tenere alta la nostra attenzione e ci lasciava un po’ di tempo libero.

Picnic in famiglia

Ci servono solamente un fazzoletto e qualche amico: in teoria sono sufficienti tre persone, con due contendenti e un arbitro che tiene la bandiera, anche se più partecipanti ci sono più la sfida si fa avvincente. I giocatori si dispongono a distanze regolari dall’arbitro e a ogni coppia di contendenti viene affidato un numero progressivo. Quando l’arbitro chiama il numero i giocatori indicati devono correre per cercare di afferrare l’ambita bandiera prima del compagno, oppure di strappargliela prima che torni alla base. Ovviamente, spazio a finte di ogni tipo!

Caccia al tesoro

Un altro classico, che richiede un po’ di preparazione in più ma che non mancherà di attrarre l’attenzione e scatenare l’entusiasmo dei bambini (e anche dei più grandi). L’importante è avere a disposizione un ampio spazio privo di pericoli, che delimiterete appositamente per evitare che i più piccoli possano perdersi o finire in zone dove non dovrebbero andare. La caccia al tesoro è un ottimo modo per stimolare la capacità di ragionamento dei piccoli partecipanti, che per trovare i vari indizi che avete disseminato e raggiungere il tesoro finale devono risolvere tutti gli indovinelli scritti sui bigliettini.

Anche per questo gioco bastano pochi ingredienti: qualche adulto o fratello maggiore che si prenda il compito di pensare agli indovinelli, bigliettini da nascondere in giro per l’area naturale in cui vi trovate e un tesoro degno di nota (che può essere sia un oggetto, come un mazzo di carte da Uno o dei pennarelli per colorare, sia una bella tavoletta di cioccolato).

 

Lavoretti con fiori e foglie

Se ci troviamo in un’area naturale, non possono mancare fiori e foglie, che possono diventare il soggetto di tantissimi lavoretti originali che i bambini possono realizzare e portare a casa con sé come trofeo-ricordo della loro giornata. Dalle corone di rami e fili d’erba ai braccialetti di margherite o altri fiori, fino alle bacchette magiche ricavate unendo rametti, fiori e foglie, le possibilità sono davvero infinite per dar modo ai bambini di scatenare la loro fantasia e imparare a esprimere il loro personale spirito artistico. Chissà, potremo scovare un piccolo artista in erba… Foglie e fiori servono anche per disegni e cartelloni, dove possono essere ricalcati o incollati per creare opere d’arte inusuali. Anche in questo caso bastano pochi elementi: fogli di carta, scotch e colla, pastelli e pennarelli colorati.

Giochi per sportivi e non

Una bella radura all’aperto è lo scenario ideale per permettere ai bambini di sfogare le proprie energie in totale libertà. Quindi basta portare con sé un pallone, un paio di racchette da badminton o un frisbee per dare loro la possibilità di scatenarsi inventando giochi e sfide sempre nuove. Noi possiamo dargli qualche spunto, ma si sa che i bambini sono pieni di inventiva e, grazie alla fantasia, sanno organizzare sfide che superano la nostra immaginazione.

Per i più pigri, infine, non deve mancare qualche mazzo di carte, sia le classiche carte da Briscola o Scala Quaranta sia giochi come Uno o Munchkin, amato dai più piccoli. Un piacevole intermezzo, in cui coinvolgere tutto il gruppo, fra una corsa e l’altra nel prato.  

scopri tutti i picnic perfetti per te, i tuoi figli. Tutti assieme sul prato e tanta libertà

https://www.itspicnic.com/collections/all


Lascia un commento


Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima della pubblicazione